VPN: Cos’è? Come funziona? Quale scegliere?

da FeDeTutorial

Cos’ è una VPN? Come funziona? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

In questo articolo voglio spiegarti tutto quello che devi sapere riguardo le VPN e ti darò anche qualche consiglio sui migliori servizi in circolazione.

Che cos’è una VPN?

Iniziamo dalla domanda più importante: che cos’ è una VPN?
L’acronimo sta per Virtual Private Network che, tradotto in italiano, significa Rete Virtuale Privata. In termini semplici, il suo scopo è quello di creare una rete privata attraverso Internet, che invece è una rete pubblica.

Per capire meglio il funzionamento, facciamo un esempio.

Ogni volta che con il tuo computer vuoi connetterti ad un server Internet, per esempio Google, la tua richiesta deve percorrere una determinata strada all’interno di un pacchetto. Il problema è che questo pacchetto non conterrà solamente la tua richiesta “Voglio connettermi a Google“, ma anche altre informazioni, tra cui:

  • L’indirizzo IP del tuo computer.
  • Il luogo da cui è partita la richiesta.
  • Il browser che stai utilizzando.

Immaginati quindi la VPN come un tunnel scavato lungo tutta questa strada. Al suo interno, tutte le tue informazioni vengono criptate e quindi rese inaccessibili e illeggibili dall’esterno.

Come si usa? È complicato?

Finora abbiamo capito cos’ è una VPN.

Quanto ci vuole però per implementare tutto questo sistema? E’ complicato? Assolutamente no!

L’unica cosa che dovrai fare è scaricare uno dei tanti software VPN. Quello he personalmente uso io, e che consiglio anche a te, si chiama NordVPN.

NordVPN è disponibile su qualsiasi piattaforma, si può scaricare su Windows, Mac, Android, iPhone, Linux e addirittura come estensione browser per Chrome e FireFox.
Scarica quindi il software sul tuo computer, oppure l’app sul tuo smartphone, e scegli il server a cui connetterti.

Schermata principale di NordVPN

NordVPN ha una grafica molto intuitiva. Nella schemata principale troverai una mappa con i server dislocati in varie parti del mondo: attualmente sono più di 5.000 sparsi in 60 paesi diversi. Cliccane uno, attendi qualche secondo e sarai connesso tramite VPN.

D’ora in poi tutte le tue informazioni saranno al sicuro perché verranno criptate prima di andare pubblicamente su Internet. Inoltre, anche la posizione della VPN verrà modificata, aumentando il tuo anonimato. La richiesta non risulterà più infatti dal tuo computer in Italia, bensì dal paese in cui risiede il server VPN a cui sei connesso.

Verificare il funzionamento di una VPN

I modo più semplice per capire se sei connesso correttamente ad un server VPN è verificare il tuo Indirizzo IP.

Puoi farlo visitando un qualsiasi sito di tracciamento IP, come questo.

Se la connessione funziona correttamente, il noterai che il tuo Indirizzo IP è cambiato e tramite la mappa puoi vedere il luogo da cui è partita la connessione, che coinciderà con quello in cui si trova il server VPN.

Connessione ad una rete VPN

Quali sono i vantaggi?

Ora che abbiamo capito il funzionamento base di una VPN, quali sono i vantaggi nell’usare questo tunnel criptato?

Sicurezza

Il primo riguarda senza dubbio la sicurezza. Come abbiamo detto, tutti dati vengono criptati prima di effettuare la richiesta al server a cui vuoi connetterti, proprio per questo motivo si sente spesso parlare di VPN riguardo gli hotspot pubblici.

Ti sarà sicuramente capitato, magari durante un viaggio, di collegarti alla rete pubblica di un aeroporto o di una stazione. In queste situazioni è molto rischioso usare dei dati sensibili, ad esempio accedere nell’account di posta usando la propria email e password. Può capitare infatti che ci siano malintenzionati, intenti a monitorare tutto il traffico di rete, che potrebbero intercettare le tue credenziali.

E quindi, cosa fare in questi casi?

Per ovviare a questo problema, puoi proprio usare una VPN!
In questo modo le tue informazioni si muoveranno all’interno del tunnel criptato e i dati, anche se per caso venissero intercettati, sarebbero comunque indecifrabili.

Camuffare il luogo di connessione

Come abbiamo detto, quando ti connetti ad una VPN i dati, oltre ad essere criptati, risultano inviati dal luogo in cui risiede il server. Questo significa che puoi connetterti ad un sito come se effettivamente, tu e il tuo computer, vi trovaste effettivamente in quel paese. Questo può essere utile in molte situazioni, come:

  • Connettersi ad un sito bloccato in Italia.
  • Connettersi a siti italiani quando ci si trova all’estero.
  • Sbloccare contenuti web esclusivi in alcuni paesi (per esempio il catalogo americano di Netflix).
  • Bypassare limiti Internet di alcuni stati (per esempio in Cina).
  • Utilizzare servizi non ancora presenti in Italia.

Superare i limiti imposti dai Provider Internet

L’ultimo vantaggio riguarda il superamento dei limiti imposti da alcuni ISP (Internet Service Provider). Dato che i tuoi dati saranno cifrati, il tuo provider internet non può conoscere il tipo di traffico che stai generando, di conseguenza non può imporre limitazioni per esempio sulla velocità di download dei file.

Quali sono gli svantaggi?

Abbiamo visto che usare una VPN può essere utile in molte situazioni diverse. Ma gli svantaggi quali sono?

Velocità di connessione ridotta

I primo, quello più importante, è legato alla velocità di connessione. Infatti il Tunnel VPN rappresenta un passaggio aggiuntivo nella richiesta di connessione tra te (client) e il sito di destinazione (server).

La cifratura dei dati in sé è molto veloce e non interferisce se non in parte minima. Il problema maggiore è la posizione del server. Se quello a cui vogliamo connetterci si trova dall’altra parte del mondo, sicuramente influirà sulla velocità di connessione poiché la strada da percorrere sarà maggiore.

Qui sotto puoi trovare tre speedtest, effettuati nelle stesse condizioni, ma con server VPN posizionati in paesi diversi.

Speedtest con una VPN

Come puoi vedere il valore che peggiora maggiormente è il Ping, il perché il pacchetto impiega più tempo per andare e tornare. Questo può essere un problema specialmente per chi intende giocare online ma, come abbiamo detto prima, una VPN non è pensata per il gaming.

I valori di Download e Upload invece sono diversi a seconda del luogo. Connettendomi ad un server VPN situato lontano dall’Italia (per esempio negli Stati Uniti) la velocità diminuisce drasticamente, mentre connettendomi ad un server situato in un paese vicino (per esempio la Svizzera) la velocità è pressoché identica a quella originale.

In generale, più un server è vicino e più le prestazioni saranno maggiori. Non a caso se lasciamo scegliere automaticamente il server a NordVPN ne seleziona uno italiano, tranne in situazioni di sovraccarico.

In questo ultimo caso il nostro indirizzo IP sarà comunque differente e i nostri dati criptati, ma il paese di connessione risulterà sempre l’Italia.

Quanto costa una VPN?

Le VPN sono abbastanza economiche. Il prezzo di un servizio affidabile può variare dai 3 ai 10 euro al mese. Fortunatamente sono riuscito ad ottenere un’offerta molto vantaggiosa sull’acquisto di NordVPN.

Clicca sul link sottostante e inserisci il codice fedetutorial in fase di acquisto per ottenere uno sconto del 75% + un mese gratuito!

CLICCA QUI PER L’OFFERTA

Inoltre, nel caso non fossi soddisfatto, puoi richiedere il rimborso dell’intera somma entro 30 giorni.

Posso fidarmi delle società di VPN?

Questa è una domanda che sorge spontanea, dato che le società di VPN sono le uniche che vedono i nostri dati reali prima di criptarli.

Possiamo fidarci delle società di VPN?

La risposta è… dipende dalla società. Sicuramente per un discorso generale io preferisco che, nel peggiore dei casi, i miei dati passino su un solo canale e siano visti solo dalla società di VPN anziché da tutto il resto del mondo.

Nello specifico però c’è una cosa molto importante che possiamo controllare, ovvero il luogo in cui ha sede la società di VPN. La caratteristica più importante infatti è che abbia una politica No Log, ovvero che non mantenga i nostri dati di navigazione dopo la chiusura. NordVPN ha sede a Panama, dove non c’è nessuna legge che impone il salvataggio dei dati da parte delle società. Di conseguenza non ha alcun interesse a mantenerli, in quanto né governi né istituzioni possono obbligarli forzatamente.

Usare una VPN è legale?

Si, usare una VPN è perfettamente legale. Quello che invece può essere illegale è quello che fai mentre sei connesso ad un server VPN. L’anonimato non deve essere un pretesto per agire illegalmente online.

Esistono VPN gratuite? Quali sono le differenze?

Si, esistono VPN gratuite. La differenza maggiore è sicuramente quella sulla qualità e quantità dei server. Una VPN gratuita difficilmente potrà offrirti la velocità e l’affidabilità di più di 5.000 server come NordVPN, di conseguenza sarebbero spesso sovraccaricati e ne risentirebbe la velocità di navigazione.

Il secondo motivo riguarda la sicurezza. Personalmente sconsiglio sempre di usare VPN gratuite perché spesso si finanziano proprio vendendo i dati di navigazione degli utenti, che invece dovrebbero proteggere.

Ovviamente per piccole operazioni può andare bene, ma dato il prezzo economico di NordVPN non credo che valga la pena rischiare.

CLICCA QUI PER L’OFFERTA SU NORDVPN